Calamaro colossale

Il calamaro colossale, conosciuto anche come calamaro antartico o calamaro gigante, è  il più grande calamaro  mai catturato. Inoltre è il mollusco e l’invertebrato più conosciuto al mondo! Ha un corpo enorme, 12-14 metri di lunghezza, e gli occhi  più grandi di tutti gli esseri viventi sulla Terra. Quando è in vita suoi occhi sono di circa 30 – 40 centimetri di diametro e raggiunge un peso di quasi 500 chilogrammi. Gli arti del calamaro colossale hanno ganci giranti taglienti. Il corpo è ampio e massiccio; di conseguenza è molto più pesante del calamaro gigante ed ha un manto più lungo, anche se i tentacoli sono più corti rispetto al calamaro gigante.

Calamaro colossale ed essere umano a confronto
Calamaro colossale ed essere umano a confronto

Vive nel fondo del mare nell’oceano del sud, intorno all’Antartide. Si nutre del nototenide della Patagonia e di altri calamari che abitano i fondali profondi dell’oceano.  Gli abissi in cui vive sono bui e freddi, ma il calamaro colossale può produrre la luce per poter vedere e cacciare nell’oscurità. Il calamaro colossale ha un tasso metabolico lento; ha bisogno  soltanto di 30 grammi di cibo al giorno. Non ha bisogno di molta energia perché è una creatura lenta che attacca di sorpresa. Il calamaro colossale adulto può scendere ad una profondità di 2200 metri, mentre gli esemplari giovani arrivano ad una profondità di 1000 metri. La femmina adulta di questa specie è generalmente molto più grande del maschio. I capodogli antartici si nutrono di questi calamari. Il 14% dei becchi di calamaro trovati nella pancia dei capodogli appartengono ai calamari colossali. Infatti, poiché questi calamari compongono il 77% della dieta dei capodogli, la maggior parte di essi ha delle cicatrici sulla parte posteriore del corpo a causa delle ferite inferte dai ganci dei calamari. Ci sono anche altre creature che si nutrono di calamari colossali, quali l’ iperodonte, la balena pilota, l’elefante marino del sud, il nototenide della Patagonia, il lemargo del Pacifico e perfino gli albatros. I becchi dei calamari colossali adulti sono stati trovati soltanto nel capodoglio e nel lemargo del Pacifico. Il resto dei predatori è abbastanza grande soltanto per gli esemplari più giovani. Nel 2007, un calamaro colossale è stato catturato in vita da un peschereccio neozelandese  al largo dell’Antartide. Era lungo circa 10 metri e pesava circa 495 chilogrammi e fu portato in Nuova Zelanda per essere studiato.  

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *