Fenicotteri

 Il fenicottero è una specie d’uccello che vive vicino ai laghi, alle paludi di mangrovia e alle piane fangose delle regioni tropicali e subtropicali. In America esistono quattro specie di fenicottero, mentre in Africa,  Asia ed Europa vivono altre due specie differenti .

Il fenicottero maggiore o fenicottero rosa vive in alcune zone dell’Africa, Europa e Asia, mentre il fenicottero minore vive in Africa e nell’India nordoccidentale. Nella parte meridionale del Sud America troviamo il fenicottero del Cile e sulle Ande in Perù, in Cile, Bolivia e Argentina vivono invece il fenicottero di James e il fenicottero delle Ande. Infine abbiamo il fenicottero americano che vive ai Caraibi e sulle isole Galapagos.

I fenicotteri hanno zampe lunghe e palmate, becco ricurvo e collo curvo e lungo. Le zampe sono più lunghe del corpo e misurano fra gli 80 e i 125 cm a seconda della specie. Le zampe palmate li aiutano a nuotare e a tirare su il cibo dal fondo; per mangiare trattengono il respiro mentre si alimentano sott’acqua.

I fenicotteri spesso stanno su una sola zampa e piegano l’altra sotto il corpo per tenerla al caldo. Questo li aiuta a conservare il calore del corpo, poiché passano molto tempo nell’acqua fredda.

Il fenicottero più alto è il fenicottero rosa o maggiore . E’ alto 110 – 130 cm e può pesare fino a 3,5 kg. Il fenicottero minore è la specie più piccola: è alto soltanto 80 cm  e pesa circa 2,5 kg . L’apertura alare del fenicottero minore varia dai 95 ai 100 cm , mentre quella del fenicottero rosa va dai 140 ai 165 cm circa da un’estremità all’altra.  Che differenza enorme fra questi due fenicotteri! I fenicotteri maschi sono  leggermente più alti e più pesanti delle femmine.

Fenicotteri e un pulcino
Fenicotteri adulti e il loro pulcino

I loro occhi si trovano ai lati della testa. I piccoli hanno gli occhi grigi il loro primo anno di vita e da adulti diventano gialli. Il becco ricurvo di un fenicottero adulto può essere nero, rosato o color crema a  seconda delle specie. Un pulcino appena covato avrà un becco rosso e diritto invece che ricurvo.

Si nutrono di crostacei, alghe e piccoli pesci. Il loro becco è fatto apposta per separare il fango dal cibo: mentre “cacciano” lo tengono capovolto, al suo interno hanno delle strutture pelose lungo la mascella inferiore e una grande lingua ruvida che li aiuta a filtrare il cibo dal fango e dall’acqua. Bevono acqua dolce.

I giovani fenicotteri hanno strati di piume grigie, mentre gli adulti hanno piume che variano dal rosa-chiaro al rosso luminoso. Un fenicottero sano avrà colori luminosi – un fenicottero bianco o pallido è solitamente malato o denutrito. Hanno anche alcune piume nere sulle punte delle ali.

I fenicotteri vivono in gruppi chiamati colonie. Ogni colonia può avere fino a decine di migliaia di fenicotteri. Vivono in colonie per sicurezza, per avere più cibo e per utilizzare al meglio i  limitati luoghi di riproduzione. La mamma e il papà esplorano le piane fangose alla ricerca di un punto adatto per costruire il loro nido. La posizione è scelta solitamente dalla femmina. A volte succede che altre coppie provino a rubare il luogo di riproduzione, ma i fenicotteri proteggeranno il loro nido e i loro piccoli.

I fenicotteri fanno normalmente soltanto un uovo grande circa come un uovo di gallina, di forma oblunga e color bianco gesso. I genitori fanno a turno per tenere l’uovo al caldo finché si schiude, ovvero dopo 26 – 31 giorni. I pulcini appena nati hanno piume grigie o bianche, i genitori riescono ad identificare il proprio pulcino con lo sguardo e il suono: i fenicotteri sono uccelli rumorosi!

Sia la madre che il padre cureranno il loro pulcino. Dal settimo al ventunesimo giorno circa, il pulcino comincerà a fare qualche passo fuori dal nido, ma ritornerà ancora per essere nutrito. Dopo due settimane, i pulcini saranno raggruppati in una specie di asilo nido e cominceranno cercare cibo da soli. Questo asilo nido contiene migliaia di pulcini che, restando all’interno del gruppo, rimangono al riparo dai predatori. Il pulcino perderà le piume grigie dopo due – tre anni e avrà delle belle piume rosa o rosso luminoso come la madre e il padre.

Sia le uova che i pulcini dei fenicotteri sono predati dalle aquile, dagli avvoltoi, dai leoni, dai leopardi, dai ghepardi, dalle volpi e dagli sciacalli. Oltre a ciò, gli esseri umani hanno distrutto il loro habitat costruendo strade, con l’irrigazione e con l’estrazione mineraria. Inoltre sono ricercati per le loro uova. Fortunatamente, non sono una specie in via d’estinzione.

 

2 thoughts on “Fenicotteri”

  1. Buongiorno! Sono una traduttrice free-lance, socio ordinario AITI (Associazione Italiana Traduttori e Interpreti). Con rammarico, noto i numerosissimi errori presenti in questo testo. Resto a vostra disposizione per un’eventuale revisione.
    Cordiali saluti,
    Silvia Passaquindici

    1. Ciao Silvia,
      io mi sono appena registrato come traduttore volontario,
      scrivi una mail con le tue esperienze di traduttrice a (in inglese)
      May Wong (may@polytopemedia.com)
      ti rispondera dandoti il login come traduttore e le istruzioni per iniziare il lavoro,
      ciao
      Claudio

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *