Pipistrelli

I pipistrelli sono mammiferi volanti e sono il secondo gruppo  più esteso di questa classe di animali. Esistono circa 1.100 specie di pipistrello nel mondo, ma i roditori sono più numerosi. Sono gli unici mammiferi che possono volare. Le loro zampe anteriori sono palmate e fungono dunque da ali permettendo loro di volare come uccelli. Esistono altri mammiferi che sembrano volare, come gli scoiattoli e gli opossum volanti, anche se in realtà non volano, ma planano nell’aria come aquiloni.

Caratteristiche del pipistrello

Le ali di un pipistrello sono fatte di due strati sottili di pelle che si estendono dal braccio superiore fino agli arti inferiori. Le ossa delle dita sono molto più flessibili rispetto a quelle di altri mammiferi. Le loro ali sono molto più sottili di quelle degli uccelli. Ciò li rende capaci di volteggiare e girare in aria più velocemente e con maggior precisione rispetto ad un uccello. Le loro ali sottili sono delicate e si lacerano facilmente. Per fortuna, lo strato sottile di pelle di cui sono fatte può ricrescere. Di conseguenza le piccole lacerazioni si possono riparare rapidamente.

I pipistrelli hanno un pollice e 4 dita come noi, e sono molto lunghe rispetto al loro corpo. Le ali raggiungono parzialmente gli arti inferiori. Quando volano, non le sbattono semplicemente su e giù come gli uccelli, ma le distendono e si lanciano in aria come se stessero nuotando in stile farfalla. Inoltre le utilizzano per tenere gli insetti e la frutta mentre mangiano. Sulle ali si trovano piccole protuberanze molto sensibili al tatto – proprio come quelle che noi abbiamo sulla punta delle dita – che hanno una leggera peluria nel centro. Queste aiutano i pipistrelli a sentire com’è l’aria che circola sulle loro ali. Inoltre questi animali possono modificare l’apertura alare per volare in modo più efficiente.

Un credito di foto del pipistrello in volo - Dietmar Nill, biologia di calcolo di PLoS
Un pipistrello in volo – Picture Credit Dietmar Nill, PLoS Computational Biology

Che cosa mangiano i pipistrelli?

I pipistrelli si possono trovare quasi in tutto il mondo ad eccezione delle zone più fredde. Li possiamo trovare nelle foreste, nei deserti, nelle giungle e nelle città.  Circa il 70% si nutre principalmente d’insetti. Questo tipo di pipistrelli caccia emettendo delle onde sonore e ascoltando l’eco per individuare la preda. Un pipistrello in genere può mangiare ogni notte una quantità d’insetti pari a un terzo del proprio peso corporeo. Una colonia di pipistrelli può mangiare ogni anno tonnellate d’insetti! Dunque, se non ci fossero più pipistrelli, saremmo invasi dagli insetti.

Pipistrelli della frutta

Molti pipistrelli mangiano la frutta. Staccano la frutta dall’albero con i denti, poi tornano nel loro rifugio con il frutto in bocca,  lo spaccano per aprirlo e lo mangiano. Sputano i semi e la polpa a terra, questi metteranno radici e cominceranno a svilupparsi in nuovi alberi da frutto. Alcuni pipistrelli si cibano di nettare. Hanno musi allungati e lingue molto lunghe. Mentre sorseggiano il nettare dai fiori, il polline rimane attaccato alla loro pelliccia. Quando prendono il volo il polline cade a terra. Ecco come i pipistrelli contribuiscono a impollinare le piante. Sebbene alcuni pipistrelli della frutta siano considerati parassiti dagli agricoltori che possiedano frutteti, tuttavia essi giocano un ruolo importante nella diffusione dei semi, nell’impollinazione dei fiori e nel tenere gli insetti sotto controllo. Molte piante tropicali dipendono interamente dai pipistrelli per la diffusione dei loro semi.

Pipistrelli vampiro

Soltanto tre specie di pipistrelli si nutrono di sangue. Ad esempio, il pipistrello vampiro comune, il pipistrello vampiro dalle ali bianche e il pipistrello vampiro dalle zampe pelose. Il pipistrello vampiro comune succhia il sangue di mammiferi come le mucche e i cavalli, mentre il pipistrello vampiro dalle zampe pelose e quello dalle ali bianche succhiano il sangue degli uccelli. Non si trasformeranno nel Conte Dracula, dunque siamo salvi! Questi pipistrelli succhia-sangue sono gli unici mammiferi  parassiti. Alcune specie  mangiano anche i vertebrati. Per esempio, i pipistrelli dal naso-foglia in America Centrale e in Sud America e i due tipi di pipistrello pescatore maggiore che si cibano di pesce. Questi tipi di pipistrelli si trovano su quasi tutti i continenti. Usano il sonar per individuare le minuscole increspature sulla superficie dell’acqua per individuare il pesce. Quando “vedono„ queste minuscole increspature, si lanciano in picchiata verso l’acqua e usano gli artigli delle loro zampe posteriori per afferrare il pesce. Poi lo portano nel loro rifugio per mangiarlo. Due specie di pipistrelli mangiano i loro simili. Ad esempio, il falso vampiro americano (detto anche vampiro spettro) e il pipistrello fantasma dell’Australia. Una specie di pipistrello detta nottola gigante acchiappa e mangia dei piccoli uccelli in volo. Tra i predatori dei pipistrelli ci sono i falchi e i falconi del pipistrello.

I più piccoli e più grandi pipistrelli

Il più piccolo è il pipistrello calabrone o farfalla. È lungo circa 29 – 34 mm, ha 15 cm di apertura alare e pesa circa 2-2.6 g. La specie più grande è la Volpe Volante dal capo dorato gigante che è lunga 34 cm e ha un’apertura alare di 1,5 m. ovvero quasi l’altezza media di un uomo.

Specie di pipistrello

Esistono due gruppi principali di pipistrelli. Quello dei grandi pipistrelli della frutta della famiglia dei macro-chirotteri e quello dei pipistrelli più piccoli  della famiglia dei micro-chirotteri che si nutrono d’insetti, sangue, pesce, lucertole, uccelli, polline e nettare. Non tutti i macro-chirotteri sono più grandi dei micro-chirotteri. La differenza principale fra i due gruppi di pipistrelli è:

  • I micro-chirotteri possono emettere onde sonore e ascoltare l’eco per individuare gli oggetti. I suoni colpiscono qualcosa e tornano indietro. Il pipistrello sentendo l’eco riesce a capire dov’è l’oggetto. La maggior parte dei macro-chirotteri non è in grado di farlo, ma ha una vista molto buona per cacciare la preda.
  • I micro-chirotteri non hanno l’artiglio sul secondo dito delle zampe anteriori come i macro-chirotteri.
  • Le orecchie dei micro-chirotteri non si chiudono a forma di anello.
  • La pelliccia di un micro-chirottero è differente da quella di un macro-chirottero.
  • I micro-chirotteri vivono ovunque nel mondo eccezione fatta per l’Antartide e la maggior parte dell’Artide. I macro-chirotteri vivono soprattutto ai tropici.
  • La maggior parte dei pipistrelli al mondo è costituita da micro-chirotteri. Esistono circa 200 specie di macro-chirotteri.

I micro-chirotteri hanno solitamente occhi piccoli e non vedono bene, ma nessuno di loro è cieco. I micro-chirotteri usano la loro vista quando non possono individuare gli oggetti attraverso l’eco a causa delle lunghe distanze. I pipistrelli hanno un buon olfatto e il miglior udito di tutti i mammiferi terrestri. Cacciano di notte per evitare la concorrenza con gli uccelli e possono viaggiare fino a 800 chilometri in cerca di cibo. Hanno spesso  orecchie più grandi rispetto alla dimensione del loro corpo.

Pipistrelli di Brown che si nascondono - fotografia del pubblico dominio da JIM Conrad
Pipistrelli vespertilio bruno nascosti

Maggiori informazioni sui pipistrelli

I pipistrelli sono attivi di notte. La maggior parte viaggia centinaia di chilometri per andare in letargo. Cacciano soltanto quando il tempo è abbastanza caldo perché ci siano insetti. Alcuni vanno in letargo in caverne anche per 6 mesi. I pipistrelli volano raramente quando piove perché la pioggia rende difficile ascoltare l’eco, tanto da non permettere loro di trovare cibo. Alcuni pipistrelli vivono da soli, altri in grandi colonie nelle caverne. Gli studiosi hanno scoperto che i pipistrelli producono svariati tipi di suono per comunicare tra loro.

La maggior parte dei pipistrelli ha la propria stagione riproduttiva, che è la primavera per le specie che vivono in un clima temperato. I pipistrelli hanno da 1 a 3 piccoli per stagione secondo le specie e in base alla quantità di cibo e di rifugi. Le madri tendono ad avere soltanto 1 piccolo per volta perché devono volare e cacciare allo stesso tempo mentre sono incinte.  Allattano il loro piccolo finché non è quasi adulto. Questo perché un giovane pipistrello non può cacciare da solo finché le sue ali non raggiungono uno sviluppo completo, infatti le sue ali sono troppo piccole per volare. I giovani micro-chirotteri diventano indipendenti verso le 6 – 8 settimane di vita, mentre i mega-chirotteri diventano indipendenti attorno ai 4 mesi. Un pipistrello può vivere oltre 20 anni.

Guano di pipistrello

Gli escrementi dei pipistrelli  sono molto ricchi di sostanze nutrienti. In alcuni posti vengono raccolti nelle caverne, imballati e venduti agli agricoltori da usare come fertilizzante. Che ci si creda o no, lo sterco è stato anche usato per fare la polvere da sparo durante la guerra civile negli Stati Uniti! I pipistrelli mangiano tutto il cibo che possono prima di andare in letargo, ingrassando molto fino a quel momento. Durante il letargo, i loro corpi trarranno tutta l’energia di cui hanno bisogno da questo grasso. Tuttavia, non hanno bisogno di molta energia, perché sono davvero inattivi in quel periodo. Le scorte di grasso dureranno fino alla primavera.

 

Salvaguardia del pipistrello

Le Organizzazioni per la Tutela del Pipistrello hanno fatto molto per insegnare alla gente quanto i pipistrelli siano importanti per tenere sotto controllo gli insetti e per l’impollinazione. Nel Regno Unito tutti i pipistrelli sono una specie protetta. Possono anche essere considerati un’attrazione turistica, ad esempio, circa 100.000 turisti all’anno visitano il Ponte del Viale del Congresso (Congress Avenue Bridge) ad Austin, in Texas, al crepuscolo, per osservare i pipistrelli che lasciano il loro rifugio.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *